MAURO NATALE “BLACK PHOENIX”

Mauro Natale in arte Black Phoenix, classe 1989, è un artista ossessionato dalle interconnessioni e dalla ciclicità degli eventi. Tutto è in simbiosi e nulla casuale… una convinzione che pone l’artista nelle sue opere a chiedersi costantemente quanto sia distorta e ingannevole la realtà che abbiamo bisogno di percepire.

Cercando di dividere, in modo maniacale, cosa sappiamo e cosa no… arrivando a concepire che la realtà non esiste e l’unica cosa certa sono le connessioni che percepiamo tramite le leggi fisiche che le regolano.

Il disegno è vissuto come un mezzo, una meditazione al fine di riordinare e acquietare la confusione mentale che alberga dentro sé. Una necessaria auto disciplina nella personale convinzione che il linguaggio verbale sia imperfetto e tendente a incomprensioni, quindi tutto deve essere basato su simboli e connessioni… l’unica cosa immortale che esiste.

Un linguaggio dal carattere distopico alle volte cupo e molto provocatorio, che sfocia nella necessità di una narrazione di ribellione e cambiamento radicale dell’ordine sociale… in una corrente artistica che ricorda lo steampunk con forti connotazioni in cyberpunk.

Disegna a mano ingranaggi e parti meccaniche fantascientifiche in 2D organizzandole in scrupolosi e dettagliati messaggi, al fine di tracciare velatamente un codice per ogni disegno che concepisce.

L’INGRANAGGIO, rappresenta nel suo linguaggio, l’unità di misura più piccola e viene costantemente paragonata all’essere umano…. a volte all’atomo altre volte a una vibrazione… la chiave di lettura muta al mutare del disegno ma il significato non cambia.

Ne consegue il continuo contrasto tra la bellezza e la singolarità del singolo, rappresentato dall’ ingranaggio e dalla sua intrinseca natura di servire il prossimo al fine di essere servito.

IL SINGOLO è NECESSARIO MA è IL TUTTO CHE LO COMPLETA, e ciò che ci circonda in ogni sue espressione ce lo ricorda… rinnegarlo sarebbe un errore contro la natura stessa delle cose, sia fisiche che non... ogni cosa attorno a noi funziona così.

BLACK PHOENIX … la fenice nera … nera come la paura, l’ignoranza e il salto nel vuoto che la fenice ti invita a fare, ricordandoti che tutto è ciclico e in simbiosi e che la realtà non esiste… e a prescindere ritornerai al principio. Black Phoenix diviene l’augurio a dare sempre la versione (connessione) migliore di sé stessi al prossimo, ricordandoti di non temere l’oscurità ma di abbracciare sempre il cambiamento. 

Visita lo store