ROTA

In giovane età si trasferisce a Milano, dove ha modo di venire in contatto con il panorama artistico milanese e coltivare la passione per l'arte che lo guiderà per il resto della vita. Trasferitosi in Portogallo inizia a disegnare e dipingere. Dal 1980 al 2004 vive e lavora presso la Certosa di Pavia, trasferendosi, in seguito, a Vermezzo. Dal 1980 al 1983 viaggia in America, Giappone ed Europa, associandosi al movimento dadaista di Zurigo e prendendo lezioni di pittura alla Royal Academy di Londra. Tra il 1984 e il 1988, i suoi viaggi coinvolgono quasi esclusivamente l'India, dove incontra il suo guru Babaji e si appropria delle tecniche di colore indiane. Frequenta un Ashram, per conoscere ed approfondire i cerimoniali della filosofia indù. Dal 1988 partecipa ad oltre 25 collettive per il supporto delle campagne contro la povertà e la fame nel mondo.